Petizione Pubblica Logotipo
Vedere Petizione Sottoscrivo questa petizione. Iscriviti e divulgare. Il vostro sostegno è molto importante.

Riconoscimento della Laurea Magistrale in Scienze Criminologiche per l'Investigazione e la Sicurezza ai fini dei concorsi pubblici.

Per: Al Signor Presidente della Repubblica, al Signor Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, al Signor Ministro dell'Interno, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Pari Opportunità, al Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Criminologiche per l'investigazione e la sicurezza, al Presidente del Senato della Repubblica.

I sottoscritti firmatari della petizione in oggetto sono tutti studenti/laureati o semplici interessati ad iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Criminoligiche per l'investigazione e la sicurezza presso l'Università di Bologna-Forlì
( http://corsi.unibo.it/Magistrale/ScienzeCriminologiche/Pagine/default.aspx ).

E' una Laurea Magistrale in SOCIOLOGIA E RICERCA SOCIALE, classificata come LM-88 del D.M. 270/04.

I laureati di questo corso trovano, ispiegabilmente, le porte chiuse per partecipare ai concorsi indetti dalle Pubbliche Amministrazioni.

Il caso che tratteremo in questa sede è quello del Ministero dell'Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza per quanto riguarda l'accesso al concorso per Vice Commissario della Polizia di Stato.

Facciamo presente quanto segue:

PUNTO 1:

In merito a quanto in oggetto prendiamo spunto dal sito della Polizia di Stato ( http://www.poliziadistato.it/articolo/view/1128/ ) e, facendo un semplice copia e incolla emerge che i requisiti per l'accesso al concorso per funzionario sono:
[...]
2) laurea specialistica, conseguita presso una Università della Repubblica italiana o presso un Istituto di istruzione universitaria equiparato , [...] dal decreto interministeriale del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di concerto con il Ministro della Funzione Pubblica 5 maggio 2004 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 196 del 21 agosto 2004). [...]

Bene.
Qui, c'è un problema. Si tratta di un Decreto Interministeriale sostituito. Il nuovo Decreto Interministeriale è il seguente: Decreto Interministeriale 9 luglio 2009, Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2009 n. 233
( http://attiministeriali.miur.it/anno-2009/luglio/di-09072009.aspx ).

Troverete, leggendo il Decreto, a conferma di quello che stiamo dicendo che dopo i vari "Visto...", al primo "CONSIDERATO" vi è l'indicazione della sostituzione del vecchio Decreto con il nuovo.
Questo è, secondo noi, MOLTO GRAVE. E' una disinformazione vera e propria.


PUNTO 2:

A parte questa disinformazione che viene superata nel momento della lettura del bando di concorso per Vice Commissari ( http://img.poliziadistato.it/docs/Bando%20x%20Gazzetta.pdf ) dove è indicato il Decreto Interministeriale corretto, il problema è che il nostro titolo di studio non viene considerato come valido.

Questo è SBAGLIATO, perchè come specificatamente indicato nel famoso Decreto Interministeriale vi è la seguente dicitura:

"EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI
Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi:
· nei bandi che fanno riferimento all’ordinamento previgente al DM 509/99, ai relativi diplomi (colonna 1) sono equiparati tutti i diplomi delle corrispondenti classi DM 509/99 (colonna 3) e DM 270/04 (colonna 4);"

Accertando che nel bando del concorso da commissario, all'art. 6, lettera E, n. 4 vi è specificatamente indicato:
"sono fatti salvi, ai sensi del suindicato articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 334, i diplomi di laurea in giurisprudenza e in scienze politiche o equipollenti, conseguiti presso una Università della Repubblica italiana o presso un Istituto di istruzione universitaria equiparata, rilasciati secondo l’ordinamento didattico vigente prima del suo adeguamento ai sensi dell’articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e delle sue disposizioni attuative;"

Secondo noi la Legge è molto chiara. Il titolo di studio oggetto di questa petizione è equiparato al vecchio Diploma di Laurea in Scienze Politiche indicato nel Bando di Concorso. Quindi idoneo per l'ammissione al concorso.

Noi studenti non siamo più intenzionati a subire passivamente questa esclusione e non è possibile che ogni volta siamo costretti a ricorrere al T.A.R. per avere ragione quando la ragione è già ESPRESSAMENTE INDICATA NELLA LEGGE.

Chiediamo quindi che venga chiarita DEFINITIVAMENTE la nostra posizione e che il nostro titolo di studio venga accettato in qualsiasi concorso pubblico dove si accetta il "vecchio" Diploma di Laurea in Scienze Politiche.

Certi di una benevola accoglienza della presente Vi inviamo i nostri più cordiali saluti e restiamo in attesa di una CELERE risoluzione della questione.


Qual è la tua opinione?
Questa petizione si trova sul sito Petizione Pubblica che mette a diposizione un servizio pubblico di petizione online.
Se hai delle domande da porgere all’autore della petizione puoi inviarle attraverso questa pagina di contatto contatto
Firmato la petizione
461 Persone

Il vostro sostegno è molto importante. Sostenere questa causa. Firma la petizione.

Un altro petizioni che potrebbero interessarti