Petizione Pubblica Logotipo
Vedere Petizione Sottoscrivo questa petizione. Iscriviti e divulgare. Il vostro sostegno è molto importante.

Acqua e luce per Martina prima dell'estate

Per: Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti , Commissario Straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca, Prefetto di Roma Franco Gabrielli, Candidata Sindaco di Roma Giorgia Meloni, Candidata Sindaco di Roma Virginia Raggi, Candidato Sindaco di Roma Guido Bertolaso, Candidato Sindaco di Roma Simone Di Stefano, Candidato Sindaco di Roma Stefano Fassina, Candidato Sindaco di Roma Alfio Marchini

La penosa vicenda generata dalla malagestione dei piani di zona sta ormai diventando palese: finanziamenti regionali utilizzati per costruire alloggi da destinare a famiglie con basso reddito e con problematiche di natura sociale ed economica ma di fatto venduti contro ogni riferimento legale a prezzi di libero mercato, in barba ai prezzi calmierati. Se tutto questo doveva essere un vantaggio avrebbero molto da dire le centinaia di migliaia di famiglie che, di fatto, stanno vivendo un incubo.




Famiglie sgomberate, risparmi andati in fumo,nessun diritto sulle case .




Molti dei piani di zona sono nati nella piena consapevolezza da parte di qualcuno che li ha approvati che mai gli importi versati da imprese e cooperative assegnatarie delle aree avrebbero coperto i costi di urbanizzazione primaria (fogne, acque chiare, linee telefoniche, condutture del gas, viabilità), figuriamoci quella secondaria.




Gli inquilini e tutte le famiglie coinvolte da questo immane deficit di sorveglianza e competenza, si chiedono: “chi ha permesso la costruzione di quartieri senza speranza di urbanizzazione? Come mai la Regione, erogatrice delle risorse economiche, non si preoccupa di come quelle stesse risorse siano state adoperate? Chi sono i veri fruitori di queste agevolazioni? Di certo non i cittadini.




Questa diffusa “legalità artistica” ha generato situazioni emblematiche, come quella di Castelverde risalente a soli 2 giorni fa, quella di Tor Vergata che avverrà a breve e come la mia:

nel 2010 decido di investire 90000 ricevuti da mio padre per acquistare una casa a Colle Fiorito (Pdz B48) tramite una cooperativa. Mia madre voleva mettere la sua parte attraverso il mutuo così con l'aiuto dei miei genitori pago le quote ad avanzamento lavori e credo di aver acquistato il mio appartamento. Il resto della storia vorrei fossero le immagini a raccontarlo attraverso un breve servizio andato in onda a “l'aria che tira” su La7.




http://www.la7.it/laria-che-tira/video/truffati-abusivi-in-casa-propria-04-04-2016-179718




Il finale è chiaro: la vessazione da parte delle cooperative, dei costruttori, degli organi di vigilanza Comune e Regione continua indisturbata.




Le istituzioni NON RISPONDONO.

La “legalità artistica” toglie la dignità sempre e solo ai più deboli, attanagliati da chi ha il coltello dalla parte del manico ed i soldi in tasca.

La Magistratura seguirà il suo percorso, nel frattempo chiedo ai Candidati Sindaco di Roma, al Presidente della Regione Nicola Zingaretti, al Commissario straordinario Tronca ed al Prefetto Gabrielli di sostenere la causa di una cittadina che sta “custodendo” senza acqua, senza luce e senza il riconoscimento di alcun titolo una sessantina di appartamenti .

Vi chiedo di aiutarmi per poter vivere dignitosamente in casa mia. Invito tutti voi a trascorrere una giornata con me e mio marito, che alle 6,30 usciamo per andare a lavorare carichi di boccioni da riempire d'acqua e batterie da ricaricare per far fronte alle esigenze MINIME. Vi sembra giusto che le nostre famiglie debbano assistere al degrado, all'abbandono ed al senso di impotenza che si genera vedendo le condizioni alle quali siamo stati portati dopo tanti soldi versati e tanti anni di attesa?


I nostri vicini ricordano ancora quando tutti insieme dormivamo con le tende nei giardini, organizzando ronde per proteggere le nostre case dai frequenti tentativi di occupazione e furti. Ed un appello lo rivolgo anche a loro: in nome della grande solidarietà, fratellanza e senso di aggregazione dimostrati a Castelverde dai cosiddetti “inquilini resistenti”, aiutiamoci l'un l'altro. Ricordo che l'acqua non si nega a nessuno, soprattutto se la si vuole pagare.







Sta arrivando l'estate.... qualcuno ci aiuti a trovare una soluzione!




Richiedente e Presidente del Comitato di quartiere Colle Fiorito

Martina Pardo

martina.pardo@outlook.it

cel. 3935762133


Qual è la tua opinione?
Questa petizione si trova sul sito Petizione Pubblica che mette a diposizione un servizio pubblico di petizione online.
Se hai delle domande da porgere all’autore della petizione puoi inviarle attraverso questa pagina di contatto contatto
Firmato la petizione
88 Persone

Il vostro sostegno è molto importante. Sostenere questa causa. Firma la petizione.

Un altro petizioni che potrebbero interessarti